Select Page

Come eseguire i piegamenti

Eseguire piegamenti sulle braccia è sicuramente l’esercizio più conosciuto al mondo. Tutti almeno una volta hanno provato a contare il numero di ripetizioni che riescono a fare e sicuramente moltissimi appassionati di fitness eseguono piegamenti quotidianamente (o quasi) solo per muoversi un pò e sentirsi più tonici.

Se ben eseguiti, i piegamenti a terra sono eccezionali per potenziare e definire la parte alta del corpo, in particolare spalle, petto e tricipiti. Anche l’addome è coinvolto nell’esecuzione di questo movimento, anche se non in maniera specifica. Parti da atteggiamento prono, mani appoggiate a terra alla larghezza delle spalle, braccia tese e piedi uniti. Da questa posizione piega le braccia fino a sfiorare il pavimento e poi torna nella posizione di partenza. È importante mantenere sempre la schiena dritta e l’addome contratto, per tutta la durata dell’esercizio. La respirazione è fondamentale: inspiri durante la fase di discesa ed espiri mentre distendi le braccia (durante la risalita). Le varianti di questo utilissimo esercizio sono tantissime; te ne mostro alcune che non prevedono l’utilizzo di nessun attrezzo:

Buon allenamento!!!

About The Author

Dottore in scienze motorie laureato presso l’università di Urbino e grande appassionato di sport e allenamento. Da 15 anni svolge il ruolo di preparatore atletico di basket e da vent’anni si occupa di allenamento ( è stato preparatore del Fossombrone Basket B1, Urbania Basket C1 ). Ha curato la preparazione atletica di molti ragazzi che attualmente giocano in serie “A” e fa il consulente per diverse squadre sportive. Dal 1995 ricopre il ruolo di Coordinatore Scuola Nuoto e istruttore di nuoto presso la piscina di Fossombrone e per due anni ha svolto il ruolo di assistente di nuoto presso la facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Urbino. Personal Trainer, esperto in allenamento funzionale sia a corpo libero sia con piccoli attrezzi, acqua-training, kettlebell-training, nutrizione e strenght&conditional coach per atleti di qualsiasi disciplina sportiva. È un grande sostenitore dell’allenamento a corpo libero, che considera il più naturale e completo per raggiungere il benessere del corpo. Per eliminare i chili in eccesso, cambia continuamente metodi di allenamento perché, sostiene: “ è la strada migliore per asciugare il fisico e ritrovare il piacere di allenarsi! ”. Ha ideato molti programmi brevi e intensi, che si adattano perfettamente alla frenesia della vita moderna e che se eseguiti nel modo giusto danno dei risultati straordinari.

6 Comments

  1. Trovo questi esercizi molto interessanti. Vorrei chiedere un consiglio… Quali esercizi si possono fare la mattina appena alzati per risvegliare la circolazione e aumentare la mobilità della schiena. Grazie.

    Rispondi
    • Ciao Claudia, appena svegli è importante “riattivare” la muscolatura del corpo dolcemente, con movimenti semplici e mirati. Bastano 15 minuti di questi movimenti:
      1) circonduzioni del capo;
      2) circonduzioni del bacino;
      3) antero-retroversione del bacino;
      4) flessione del busto avanti, indietro e laterale;
      5) circonduzioni delle spalle;
      6) circonduzioni braccia;
      7) slanci delle gambe;
      8) accosciata completa;
      9) 10 squat;
      10) 10 piegamenti (facilitati).
      Si tratta di semplici esercizi che fanno iniziare la giornata con il piede giusto. Poi fai una bella colazione mettendo anche una fonte proteica e riparti alla grande! Spero di esserti stato utile.
      A presto

      Rispondi
  2. Ciao Simone, ultimamente ho ricominciato a fare qualche piegamento (quelli classici) sopo un mesetto di stop perchè mi faceva male un gomito (forse non le facevo nel modo giusto), comunque in questo periodo mi da fastidio la pubalgia e ho notato che quando faccio i piegamenti si fa risentire il dolore della pubalgia, meglio che interrompa fino a che non mi si risolve tutto?

    Rispondi
  3. Ciao Francesco, la pubalgia è una fastidiosa infiammazione che può essere causata da diversi fattori:
    allenamenti sbagliati, rigidità muscolare, superficie d’appoggio troppo dura..ecc. Solitamente si consiglia un periodo di riposo e alcune posture che allungano i flessori dell’anca. Legami particolari con i piegamenti non ce ne sono, anche se, nella loro esecuzione, la parete addominale è contratta e questo può procurare un pò di fastidio (perchè la parte è infiammata). Dovresti anche farti fare un’attenta analisi della schiena e del bacino perchè spesso ci possono essere debolezze muscolari in alcune parti o muscoli troppo sviluppati in altre che possono creare squilibri e favorire la pubalgia. Spero di esserti stato utile e ricordati…riposo, posture e poi riprendi alla grande!

    Rispondi
  4. ciao simone.Volevo chiederti se fosse giusto appena alzato dal letto la mattina,fare dei piegamenti sulle braccia.
    grazie della risposta

    Rispondi
    • Ciao Antonio, si … direi che per accelerare il metabolismo e partire carichi può essere un’idea. Se hai tempo a disposizione ci sono altri momenti della giornata per fare sport ma non ci sono controindicazioni. Spero di esserti stato utile. Ciao

      Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri i miei Ebook

Newsletter

Commenti recenti