Select Page

Kettlebell: RKC vs Girevoy Sport

Kettlebell: RKC vs Girevoy Sport

Ciao, oggi riprendiamo in mano i famosi kettlebell e vediamo due tecniche differenti dello Swing e dello Snatch. Partiamo da un concetto che deve essere chiaro: io conosco quest’attrezzo, lo uso (abbastanza) ma per “addomesticarlo” al meglio ci vogliono anni e anni. Ho letto molti libri e ho osservato la tecnica di esecuzione dei migliori in circolazione e ho provato, provato e riprovato tante volte per imparare il giusto movimento e sentire “mio” l’attrezzo. Mi piace! Per utilizzarlo correttamente bisogna esercitarsi continuamente, solo cosi la tua tecnica sarà perfetta. Io ogni tanto mi alleno con quest’attrezzo ma il mio gesto è sicuramente migliorabile.

Se parti con il giusto peso e aumenti con gradualità potrai sicuramente divertirti e ottenere grandi benefici. Non ho mai amato il Body Building ma la ghiria, con il suo manico mi ha sempre affascinato. All’inizio ero un po’ scettico su certe posizioni assunte, tipo la rack position, dove notavo un arco dorsale che appariva ai miei occhi poco naturale e addirittura dannoso. Poi col tempo ho capito che non era la schiena ad andare indietro ma il bacino a venire avanti e che l’attrezzo cadeva bene sul poligono d’appoggio.

Sono un sostenitore del corpo libero e alleno sempre a un’intensità medio – alta ma ogni tanto, per ottimizzare l’allenamento, è fondamentale cambiare e inserire un lavoro con i sovraccarichi ed io ho scelto il kettlebell. All’inizio ero attratto da Pavel Tsatsouline e dal suo RKC, lui era il migliore in circolazione, il top, … la sua tecnica era perfetta e i suoi allenamenti seguiti da tanti. Una cosa non mi tornava quando osservavo un atleta russo di girevoy in gara, vedevo un movimento diverso, più armonioso, meno hard style ma comunque che permetteva grandi performance.

Allora ho approfondito, ho provato le due tecniche e le sensazioni che danno e ho scelto! Sono due movimenti differenti! Prendiamo lo Swing per esempio, quando esegui questo movimento in stile RKC, se non sei allenato, senti i posteriori delle cosce indolenziti per alcuni giorni, anche se utilizzi un kettlebell di 12 Kg. Se utilizzi la tecnica “russa” no! È un movimento più armonioso, l’attrezzo va da una parte e il busto dall’altra (tipo pendolo) e soprattutto ammortizzo il peso quando sta scendendo verso il bacino (vado incontro all’attrezzo e contemporaneamente piego le gambe) e poi recluto i posteriori delle cosce per spingerlo nuovamente in avanti. È più bello!

Secondo me con il peso che aumenta (32/48 chili) la tecnica RKC potrebbe essere più indicata ma per kettlebell meno pesanti consiglio sicuramente la tecnica Girevoy. Che cosa alleniamo con i Kettlebell? Tutto e niente, nel senso che se devo fare degli esercizi tipo Body Building, non ha senso utilizzarli perché la differenza tra un kettlebell e un manubrio è poca (lo so, lo so, il braccio di leva è diverso ma la differenza è sempre poca) mentre se li utilizzo per i movimenti fondamentali (Swing, Snatch, Jerk e Longle Cicle) allora un motivo valido esiste!

Per tutti gli sport dove è richiesta una forza esplosiva che si ripete nel tempo, può andare bene, a patto che il peso sia interessante (almeno due kettlebell di 24/32 Kg e oltre). Andando sullo specifico, per gli sport di combattimento sono ottimi e secondo me anche per quegli sport di squadra, dove è richiesto un gesto esplosivo, ripetuto per tante volte e sempre alla massima intensità (pallavolo, basket). Se invece consideriamo il semplice amante del fitness, quello che si allena per stare in forma e non ha tante pretese, allora possiamo tranquillamente abbassare il carico (anche un solo kettlebell da 12/16 Kg), inserire i movimenti balistici in un circuito e fare un interval training efficace.

Conclusioni

Vuoi provare il Kettebell? Ok! Vuoi sostituire i manubri e i bilancieri per migliorare la tua forza? No, continua con i bilancieri e i manubri perché, se parliamo di forza generale, allora dobbiamo considerare un peso molto alto e con il bilanciere puoi fare meglio. Se invece, pratichi uno sport di combattimento o semplicemente vuoi migliorare la tua prestazione sportiva perché il tuo gesto specifico deve essere sempre esplosivo e deve durare nel tempo (pallavolo, basket) allora sì, a patto di utilizzare almeno due settebelli da 24/32 kg. Vuoi utilizzare il kettlebell per variare i tuoi workout senza esagerare? Sì, perché hai una contrazione continua dei muscoli deputati alla stabilità del baricentro (core e zona lombare)… sì, perché unisci attività cardio, pesi e coordinazione! In questo caso può essere sufficiente anche un kettlebell da 12/16 kg. Che tecnica vuoi usare?? Fino 32 Kg Girevoy sicuramente oltre RKC!

A presto

Simone

Photo Credit: gsfinland via Compfight cc


Photo Credit: gsfinland via Compfight cc

About The Author

Dottore in scienze motorie laureato presso l’università di Urbino e grande appassionato di sport e allenamento. Da 15 anni svolge il ruolo di preparatore atletico di basket e da vent’anni si occupa di allenamento ( è stato preparatore del Fossombrone Basket B1, Urbania Basket C1 ). Ha curato la preparazione atletica di molti ragazzi che attualmente giocano in serie “A” e fa il consulente per diverse squadre sportive. Dal 1995 ricopre il ruolo di Coordinatore Scuola Nuoto e istruttore di nuoto presso la piscina di Fossombrone e per due anni ha svolto il ruolo di assistente di nuoto presso la facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Urbino. Personal Trainer, esperto in allenamento funzionale sia a corpo libero sia con piccoli attrezzi, acqua-training, kettlebell-training, nutrizione e strenght&conditional coach per atleti di qualsiasi disciplina sportiva. È un grande sostenitore dell’allenamento a corpo libero, che considera il più naturale e completo per raggiungere il benessere del corpo. Per eliminare i chili in eccesso, cambia continuamente metodi di allenamento perché, sostiene: “ è la strada migliore per asciugare il fisico e ritrovare il piacere di allenarsi! ”. Ha ideato molti programmi brevi e intensi, che si adattano perfettamente alla frenesia della vita moderna e che se eseguiti nel modo giusto danno dei risultati straordinari.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri i miei Ebook

Newsletter

Commenti recenti